Youtubers che parlano di libri!

Sotto un sole nero, di Ivano Mingotti

SCHEDA LIBRO:

Titolo: Sotto un sole nero

Autore: Ivano Mingotti

Edizione: 2011

Prezzo di copertina cartaceo: 14.00 euro

Numero di pagine: pdf

Editore: DEd'A

ISBN: 978-8896121634

Il libro si presenta come un racconto distopico ambientato in un futuro immaginario in cui vige un rigidissimo regime totalitario. Il dittatore è il Ductor che, circa trent'anni prima del momento in cui ci vengono presentate le azioni, ha oscurato il sole a causa del troppo calore presente nell'atmosfera. O almeno questa è stata la ragione esplicitata al popolo.

La terra quindi vive in questa semi oscurità grigia dove si può solo obbedire ciecamente, subire interrogatori, violenze e punizioni anche per piccoli errori o, addirittura per niente.

Un giorno però succede qualcosa. Un accenno di rivolta e poco dopo lo schermo che oscura il sole si rompe e appare il cielo azzurro e il sole caldo.

Ivano Mingotti, l'autore, ci racconta lo scorrere della vita di 8 persone fino al momento in cui succede l'evento prodigioso. In realtà, non tutte le 8 persone arrivano a vedere il cielo azzurro, alcune muoiono prima e di loro conosciamo solo l'esistenza sotto il regime. C'è anche un nono e ultimo protagonista ma se vi dicessi chi è, vi svelerei una parte importante del libro.

I personaggi che ci raccontano le loro vite e il regime sono: un giovane operaio, una bambina, un soldato che partecipa alla marcia mattutina, l'addetto ai cannoni, una madre, un bambino, un assassino e un anziano gerarca.

Attraverso i loro racconti e la loro sofferenza comprendiamo appieno il dolore che li attanaglia. Alcune di queste vite sono molto dure, difficili da leggere, immaginare ed accettare: ti lasciano una cicatrice addosso. Non è un libro facile. E' interamente e intensamente scandito dalla prosa stessa che ripete e riprende parole già dette in una allitterazione continua rendendo ancora più intensi i fatti e le emozioni raccontati.

Il capitolo finale è sicuramente la parte più innovativa del testo: qui si comprende come le storie di molti dei personaggi che abbiamo conosciuto siano in realtà intersecate tra loro, dove gli eventi vengono fatti rivivere sotto diverse prospettive, sotto altri punti di vista.

Ivano Mingotti è al suo quarto libro e si nota: una costruzione stilistica così particolare non nasce dal nulla, implica una certa maturità letteraria. La costruzione del testo, di per sé, non è certamente una novità: un futuro distopico con un regime totalitario, ma all'interno si agita l'edificio stilistico che, insieme ai fatti narrati, ti fa restare incollato alle pagine chiedendoti di continuare a leggere ed emozionarti.

Cenni sull'autore: Ivano Mingotti è nato a Desio nel 1988. A soli 20 anni pubblica con Kimerik Editore: Storia di un boia. L'anno successivo esce Solo gli occhi. Seguirà Stati Uniti d'Aspirina. Studente presso l'Università Statale di Milano, lavora al contempo nella grande distribuzione alimentare.